• Stefano Anzuinelli

Gite scolastiche 2021: solo per chi ama vincere le sfide


I dati

Un’indagine dell'osservatorio EY Future Travel Behaviours del 23 aprile 2021 ci dice che due italiani su tre sono pronti a viaggiare almeno quanto prima della pandemia da Covid e in alcuni casi, pari al 23% degli intervistati, ad aumentare addirittura i viaggi. Cresce inoltre l'attenzione alla sostenibilità, specialmente tra i giovani (e questa non è una novità!) che intendono andare all’estero per imparare una lingua e che possono ancora farlo: le mete, infatti, variano in base alla durata del viaggio e l’obbligo di quarantena richiesto. Intanto le aziende del settore si organizzano, offrendo corsi dallo spirito internazionale ma più vicino di quanto si possa immaginare. Con qualche accorgimento in più a livello organizzativo, anche le esperienze di studio all’estero possono ancora essere fatte.


Il via libera

Da novembre scorso, infatti, con il via libera al visto studentesco in alcuni Paesi, sono ripresi i viaggi di studio verso gli Stati Uniti e il Canada, ma anche Singapore e Sudafrica. Ora stanno riprendendo anche quelli verso la Gran Bretagna, dove rimane tuttavia l’obbligo di quarantena e molto gettonate anche Malta e la Florida, nelle quali non è nemmeno necessario isolarsi all’arrivo. L’obbligo di quarantena è infatti uno dei fattori che incide sulla scelta della destinazione di un viaggio di breve periodo, anche se, chi intende fare un periodo un po’ più lungo all’estero è spesso disposto anche a sottostare alla quarantena per un paio di settimane seguendo le lezioni online. Una meta per la quale c’è sempre stato un fortissimo interesse è inoltre l’Australia, dove le stagioni sono invertite rispetto a quanto accade nel nostro emisfero. In questo caso si tratta però di una destinazione diventata off limits dal momento che il Paese ha completamente chiuso i confini a questo tipo di viaggi.

Le offerte

Ma non è finita qui, MSC Crociere e MLA hanno stretto una collaborazione esclusiva per offrire per la prima volta la possibilità di prender parte a vacanze studio in crociera nel Mediterraneo per i ragazzi tra 10 e 18 anni che vogliono imparare o perfezionare una lingua straniera, grazie a corsi tenuti da docenti madrelingua a bordo della nave e altre attività ludico/didattiche in lingua organizzate durante la vacanza.

Ma i viaggi d’istruzione?

Le famosissime “gite scolastiche”, che fine hanno fatto? Davvero non è possibile spostarsi dalla propria regione per effettuare un viaggio di gruppo verso mete amene e di grande valore istruttivo, soprattutto per cominciare a favorire finalmente una rinata socializzazione tra studenti?

Nel pratico

Ebbene, nel nostro liceo ci stiamo provando. E lo stiamo facendo con una grande pervicacia e forse anche un po’ per scaramanzia, tra mille difficoltà, almeno pari alle condizioni dello slalom del nostro incipit! Qualche dato allora: la nostra destinazione, come ogni mese di maggio è da anni il golfo della Biodola, a pochi chilometri da Portoferraio, sull’Isola d’Elba, dove organizziamo la nostra “Blue Sports Week” all’insegna del mare, sole,

divertimento e, ovviamente, tanta attività sportiva, con uno staff di tre animatori della più accreditata community di viaggi per studenti, ScuolaZoo Viaggi. Passati in zona gialla qualche settimana fa, avendo promesso ai miei studenti addirittura lo scorso settembre, che li avrei accontentati organizzando un viaggio, ci siamo messi subito all’opera, non considerando forse la complessità del momento!


La sfida

Tuttavia, inizialmente, il progetto risultava ovviamente semplicissimo: hotel totalmente libero e completamente disponibile solo per noi! Pullman e traghetto assolutamente liberi e studenti entusiasti di partecipare in numero sufficiente per garantire divertimento e condivisione. Fissate le date di partenza e arrivo, informate le famiglie delle mille cautele adottate, garantiti i tamponi il giorno prima della partenza, non avevamo fatto i conti con il virus a scuola!! Infatti, poco prima della partenza, vengono segnalati due contagi in due classi diverse e sette studenti partecipanti al viaggio entrano in quarantena fiduciaria che scade, indovinate un po’, il giorno della partenza! Si ricomincia quindi tutto da capo, spostando tutte le prenotazioni e le date di un giorno! Sperando ovviamente, che in questi ultimi giorni prima della partenza, non ci siano ulteriori sorprese!





Il sorriso

Ma nulla può valere il sorriso e la battuta di Luigi:

“Beh dai prof, che questa volta è quella buona!”
8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti